Storia

Le origini

L’alimentazione biologica non è sempre stata una cosa scontata quanto lo è al giorno d’oggi. Pierre Gevaert, il fondatore di Lima, negli anni ‘50 del secolo scorso è entrato in contatto con il Giapponese George Ohsawa, uno dei fondatori della macrobiotica. I due sono diventati amici, e così Pierre ha ulteriormente approfondito il tema dell’alimentazione sana.

Ohsawa ha guidato Pierre nei percorsi della scienza dell’alimentazione basata su Yin e Yang. Un’alimentazione sana ed equilibrata aiuta l'armonia tra il nostro spirito e il nostro corpo e ci fa sentire meglio. Ispirandosi a questo pensiero Pierre ha fondato nel 1957 l’azienda alimentare Lima, che ha preso il nome dalla moglie di George Ohsawa.

Dai condimenti giapponesi alle gallette di farro

Nei primi anni Lima vendeva soprattutto condimenti delle cucine giapponese e mondiali, quali gomasio, tamari, miso e tahina. Sono anche state lanciate alternative salutari ai prodotti di uso quotidiano, quali gallette di riso, fiocchi di cereali integrali, muesli e surrogati del caffè.

L’assortimento si è lentamente ma costantemente ampliato con prodotti diversificati e innovativi originari del Giappone e del resto del mondo. Tutti i prodotti Lima vengono preparati con grande cura e nel rispetto della natura e dell’ambiente.

Già 60 anni dedicati alla vita

Quest’anno Lima compie 60 anni, e questo ci rende più vivi che mai. Ci impegniamo ancora per il biologico con lo stesso ardore di 60 anni fa e siamo lieti di vedere la nostra passione condivisa da un numero sempre crescente di persone. Sappiamo di vivere meglio se lo facciamo in armonia con noi stessi e con tutte le altre forme di vita nel mondo. Questo compleanno è per noi l’opportunità ideale per rafforzare la nostra missione. Lo facciamo con un nuovo, vivace stile aziendale e con un nuovo slogan: “Vivere pienamente”.

Partendo dall’adagio “mente sana in corpo sano”, da 60 anni Lima si impegna a sviluppare sani alimenti vegetali. L’assortimento di Lima si compone di prodotti di alta qualità, certificati vegetali al 100%. Utilizziamo ingredienti genuini, senza additivi né conservanti. Infine, optiamo per imballaggi che abbiano il minor impatto ambientale possibile.